Cantata di Bach “Der Herr ist mein getreuer Hirt“,
“Il Signore è il mio fedele pastore”, BWV 112
Festa della Riforma
il 25 ottobre alle ore 10

Il giorno della Festa della Riforma, il 25 ottobre prossimo risuoneranno durante il culto le note della famosa cantata di Bach sull’inno relativo al salmo 23, il cui testo fu scritto da Wolfgang Meuslin si tempi di Lutero.
La cantata, dai toni lieti, irradia levità e fiducia. Bach, usando corni ed oboi, ha messo l’ascoltatore in condizione di sentirsi trasportato in campagna, su pascoli verdi, dove camminano pecore e pastori.
Le linee melodiche dell‘oboe, nell’aria per contralto, raffigurano le “acque fresche” che scorrono. Il basso solista esegue un recitativo drammatico sul testo “Ob ich wandert im finstern Tal“, “Se pure vagassi nella valle oscura”. Il duetto di soprano e tenore esprime la gioia perché “il Signore prepara per me una mensa al cospetto dei miei nemici.”
Infine, la cantata si conclude con un corale solenne: “Gutes und viel Barmherzigkeit folgen mir nach im Leben.“: “Bontà e misericordia mi seguiranno per tutta la vita“.